Perché corriamo

Roberto Weber

Passo dopo passo come artigiani imparavamo a manipolare quei due materiali, il tempo e lo spazio,ad un tempo delicati e ribelli, usando un medium unico rappresentato dal nostro corpo.

“Parrebbe che uno dei tratti fondanti della corsa sia un’esigenza di sacrificio individuale spesso oscuro e apparentemente privo di ricompensa – sostiene Weber -. Bisogna imparare a infliggersi dolore ed assorbirlo e ciò, in società fortemente orientate al piacere come le nostre, almeno superficialmente richiede una certa dose di stupidità, una forma di offuscamento della coscienza. Ma potremmo considerare anche un’altra ipotesi, immaginando che attraverso la corsa si verifichi un processo – in larga misura inconsapevole – di ascesi, di liberazione dalla quotidianità, dai suoi limiti, dalle sue angustie e soprattutto dalle sue coordinate spaziali e temporali”.

 

Anno: 2007

Pagine: 128

Formato: tascabile cm

 8,00

Categoria:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Ascolta

Il racconto orale,

precede la scrittura.

Spiacenti in questo momento non è presente nessun audio

Scarica

Fingi di essere in libreria,

leggi le prime pagine.

Disponibile

Acquista

Ordina il tuo libro

o compra la versione on line.

Esaurito

Roberto Weber

La biografia non è momentaneamente disponibile.

Forum

Esprimi le tue prime valutazioni sul libro.

Se non sei già iscritto puoi farlo adesso.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Perché corriamo”