DIARIO SEMISERIO DI UN'ACCOMPAGNATRICE TURISTICA

Maura Lonzari

Affidare la conduzione di un viaggio a Vienna a chi era già stato in Paesi lontani e difficili, sembra un gioco da ragazzi, ma non è così.

Chi di noi non ha fatto un viaggio organizzato e guidato da una
accompagnatrice? Il libro parte da un’ottica nuova sul
viaggio, quello dell’accompagnatrice, che svolge un lavoro bellissimo, ma faticosissimo, perché richiede impegno, serietà,
cultura, forza fisica, capacità di adattamento, prontezza, capacità risolutive
immediate, di cui, peraltro, Maura è dotata, come dimostra la lettura del suo
“Diario”, che non è assolutamente autobiografico, pur riflettendo una parte
della vita di lavoro di Maura, che è innanzi tutto una professoressa di lettere,
come traspare dalla lettura piacevole e piana del suo scritto, arricchito da
alcune citazioni, che rimandano al mondo della classicità, latina e greca, alla
grande letteratura italiana.
Come a scuola, così sul bus, Maura vigila ed ascolta alunni o partecipanti al
viaggio. Entrambi si rivolgono a lei insegnante, che diventa una psicologa.
Il “Diario” non è assolutamente una guida turistica, non cede a descrizioni di
monumenti o di paesaggi e, se si abbandona, la scrittrice lo fa soltanto per
completare le sue osservazioni o per esprimere il suo stato d’animo.

Anno: 2013

Pagine: 153

Formato: 15x21 cm

Carta: uso mano 120 gr

Rilegatura: brossura

Copertina: flessibile

 14,00

Categoria:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Ascolta

Il racconto orale,

precede la scrittura.

Audio attualmente non disponibile.

Scarica

Fingi di essere in libreria,

leggi le prime pagine.

Estratto del libro attualmente non disponibile.

Acquista

Ordina il tuo libro

o compra la versione on line.

Maura Lonzari

Maura Lonzari nasce a Trieste e, sin da bambina, si dimostra interessata ai viaggi, ai racconti di
Paesi lontani del nonno, capitano marittimo lussignano, alle avventure di un loro antenato che, per
primo, con un brigantino della Marina Austriaca doppiò il Capo di Buona Speranza; gioca con
bamboline, acquistate in India e con il gioco Shanghai, comperato proprio a Shanghai. Sfoglia con
interesse l’Atlante, osserva il Mappamondo, impara a leggere le carte geografiche e si diverte con la
Tombola geografica.
Dopo avere terminato il liceo classico ed avere conseguito la laurea in Lettere, inizia subito ad
insegnare italiano e latino all’Istituto magistrale e poi al Liceo scientifico.
Durante le vacanze scolastiche decide di trasformare questa sua innata passione per il viaggio in un
lavoro che le dia la possibilità di visitare il mondo.

Forum

Esprimi le tue prime valutazioni sul libro.

Se non sei già iscritto puoi farlo adesso.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “DIARIO SEMISERIO DI UN’ACCOMPAGNATRICE TURISTICA”
logo-battello-stampatore-582

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti. Cliccando sul pulsante di seguito, acconsenti all’utilizzo dei cookie di terze parti, in conformità alla nostra informativa sulla privacy e cookie policy.